Chiesa e Convento di San Francesco

Piazzetta Martiri Caiatini

Secondo alcuni storici locali la Chiesa e il Convento di S. Francesco sorgevano su un’area donata a S. Francesco, in visita presso la cittadina, dal vescovo Almundi e dai Decurioni. Nel catasto onciario è annotata la celebrazione delle messe per i fondatori, in particolare per il duca S. Severino conte di Caiazzo, facendo pensare a una fondazione successiva a quella tramandata della tradizione. Da varie pergamene risulta che la chiesa e il convento attuali sono della seconda metà del secolo XIII. Il Convento fu soppresso dal Decreto di Murat del 1809, che sanciva l’abolizione dei conventi con rendite. In seguito ha ospitato i Religiosi Adoratori del Sacramento e la Chiesa è appartenuta alla Confraternita del Suffragio.
Dal 1883 il convento ospita degli uffici comunali, che si trovavano in Piazza S. Stefano. Durante la Seconda Guerra Mondiale ha subito la distruzione del soffitto, fatto di tavole lignee dipinte, opera di Tommaso Jaquinto nel 1710

 

.